Alcool, Farmaci e PsicofarmaciL'alcool interferisce con l'azione di molti farmaci, alterandone l'effetto in maniera spesso imprevedibile: con alcuni può dare origine a reazioni indesiderate, con altri può ridurne o potenziarne l'effetto.

Ad esempio, alcuni farmaci vengono metabolizzati nel fegato attraverso i medesimi enzimi che trasformano la molecola dell'alcool. Assumere alcolici insieme a farmaci o psicofarmaci, quindi:

  • sovraccarica il fegato, provocando un rallentamento dello smaltimento sia dell'alcool sia del principio attivo del farmaco o degli psicofarmaci, con conseguenti fenomeni di sovradosaggio che possono essere assai pericolosi.
  • potenzia l'effetto di ansiolitici, antidepressivi, sedativi, barbiturici;
  • riduce l'effetto di antiepilettici, farmaci per il diabete e per il cuore;
  • produce una reazione tossica con gli antibiotici, i sulfamidici, gli antimicotici e gli antiparassitari.
Da questi dati emerge un solo punto cardine: alcool, farmaci e psicofarmaci non vanno mai associati tra di loro. Agendo in tal senso si evitano gli effetti collaterali descritti minuziosamente nei punti precedenti.

Mettiti Subito in Contatto con gli Operatori del Centro Narconon Gabbiano,
Sapranno Offrirti la Miglior Soluzione Possibile al Tuo Problema